Il coltivatore diretto ai sensi dell'art. 2083 del Codice Civile é colui che esercita, in modo abituale, un'attività organizzata, diretta alla coltivazione del fondo, alla silvicoltura, all'allevamento del bestiame e alla trasformazione e vendita dei relativi prodotti, in cui il lavoro proprio e dei componenti della famiglia che collaborano nell'attività é preponderante sugli altri fattori produttivi, compreso il lavoro prestato da terzi.

E’ tenuto ad iscriversi la persona fisica che inizia un'attività agricola avente le seguenti caratteristiche:

  • carattere continuativo
  • apporto diretto del lavoro del titolare e dei familiari
  • eventuale utilizzo di lavoratori dipendenti con prevalenza del lavoro del titolare e dei suoi familiari rispetto a quello espletato dai suoi dipendenti

Per gli agricoltori si considera sede dell'impresa la sede gestionale, amministrativa e direzionale che di regola coincide con quella dichiarata all'ufficio IVA, indipendentemente dal luogo in cui viene svolta l'attività produttiva.

Pertanto sono tenuti ad iscriversi presso la Camera di Commercio di Cosenza i coltivatori diretti la cui sede di attività ricade nella provincia.

  • Iscrizione
  • Modifica

 

E’ obbligatorio denunciare al Registro delle imprese ogni modifica apportata all'attività di:

 

    • coltivazione del fondo,
    • allevamento del bestiame,
    • trasformazione o alienazione dei prodotti agricoli o zootecnici, quando rientrano nell'esercizio normale ( e quindi tradizionale, storico e ambientale) dell'agricoltura.
  • Cancellazione

Normativa di riferimento

  • Art. 8 L. 29.12.93 n. 580
  • D.P.R. 7.12.95 n. 581
  • Codice civile artt. 2083-2135