Home Button

Giornata dell'Economia 2010: Rapporto 2010 - Oltre la Crisi Globale

I profondi effetti della crisi (ricordiamo iniziata con il crak dei mercati finanziari americani) che si è abbattuta sull’economia internazionale sono ben visibili nella dinamica dei principali aggregati economici del 2009.

Alla contrazione del prodotto interno lordo mondiale di circa due punti percentuali (-2,2%) hanno prevalentemente contribuito il raffreddamento del commercio mondiale, i cui scambi si sono contratti di ben 14 punti percentuali circa, e l’arresto del processo di accumulazione di capitale, testimoniato da una riduzione degli investimenti fissi di quasi il 10 per cento (-9,8%).

Posti a confronto con questi risultati, i consumi privati hanno dimostrato una migliore tenuta riuscendo a limitare la riduzione a -0,8 %.

Se le difficoltà relative all’interscambio hanno interessato tutte le aree geografiche mondiali, il calo degli investimenti è ascrivibile esclusivamente all’area dei paesi più avanzati (denominati dalla Banca Mondiale “ad alto reddito”), mentre l’area asiatica, sotto la spinta degli elevati stimoli governativi, ha proseguito nel 2009 la sua attività di investimento.

Scarica il testo del Rapporto 2010