Soggetti obbligati

L'art. 2135 del Codice Civile definisce imprenditore agricolo chi esercita un'attività diretta alla coltivazione del fondo, alla silvicoltura, all'allevamento del bestiame e altre attività connesse.Si reputano connesse le attività dirette alla trasformazione o all'alienazione dei prodotti agricoli, quando rientrano nell'esercizio normale dell'agricoltura.

Soltanto per gli agricoltori si considera sede dell'impresa la sede gestionale, amministrativa e direzionale che di regola coincide con quella dichiarata all'ufficio IVA, indipendentemente dal luogo in cui viene svolta l'attività produttiva. Pertanto sono tenuti ad iscriversi presso la Camera di Commercio di Cosenza gli imprenditori agricoli la cui sede di attività ricade nella provincia.

Le unità locali agricole, cioè le strutture -silo, stalle, negozi, aziende di trasformazione, gestite anche con personale ad esse destinato in modo stabile, possono essere ubicate nella provincia della sede o in altre province e devono essere denunciate con il modello UL solo nelle province ove sono ubicate.

 

ISCRIZIONE

La domanda va presentata utilizzando il Modello I1 in bollo.
La domanda può essere presentata dal soggetto interessato o da un incaricato presso la sede della Camera di Commercio oppure può essere inoltrata per posta.
Se la presentazione della domanda è fatta dal soggetto obbligato, questi può sottoscriverla dinanzi al dipendente addetto che procederà alla sua identificazione.
Se la presentazione della domanda è fatta da un incaricato o è inviata per posta, il modello deve essere sottoscritto dal soggetto obbligato accompagnato da una copia del documento di identità (carta d'identità, passaporto, patente di guida) di quest’ultimo.
In caso di nomina di un procuratore, institore, tutore, responsabile tecnico ecc., occorre allegare il modello Intercalare P.
L'intercalare P deve essere firmato dal soggetto nominato accompagnato da una copia del documento di identità (carta d'identità, passaporto, patente di guida).

Allegati eventuali

Se per il tipo di attività siano richiesti autorizzazioni, lettere di incarico o mandati , questi devono essere depositati insieme alla domanda in copia conforme o in originale. Si possono rendere tuttavia dichiarazioni sostitutive di certificazione o atti di notorietà nei casi previsti dalla legge.

Costi

  • Contestualmente all’iscrizione deve essere pagato il diritto annuale pari, a £. 152.000 per l’anno 2001, direttamente presso l’Ufficio Tributi della Camera di Commercio; oppure con versamento sul c/c n. 227876 intestato alla Camera di Commercio di Cosenza, avendo cura di indicare la causale; oppure, infine, con versamento effettuato con il modello F24, disponibile presso gli sportelli bancari e postali, avendo cura:
    • di compilare la sezione riservata agli Enti Locali:
    • di indicare il codice tributo n. 3850:
    • di indicare la sigla della provincia di Cosenza;
    • di indicare l’anno di riferimento.
  • Una marca da bollo da € 10.33 da apporre sul Modello di domanda.
    L'imposta di bollo può essere assolta in maniera virtuale, tramite cioè pagamento dell'importo corrispondente direttamente allo sportello (aut. Agenzia delle Entrate - Cosenza n. 4673/2001).
  • Diritti di segreteria: sono pagabili direttamente allo sportello oppure, per le domande inoltrate per posta, su c/c postale n. 227876 intestato alla Camera di Commercio di Cosenza, avendo cura di indicare la causale del versamento:
    • € 28.00 se la domanda è presentata con modello cartaceo.
    • € 21.00 se la domanda è presentata con supporto informatico (Sistema Fedra).

Termini

Entro 30 giorni dalla data di inizio attività.

Sanzioni

Normativa di riferimento:
Codice civile artt. 2194.
Legge n. 689/91

Se la domanda di iscrizione viene presentata oltre il termine di 30 giorni dalla data di inizio attività è dovuta una sanzione notificata all’impresa ai sensi della L. 689/81.

La sanzione deve essere pagata, entro 60 giorni dalla notifica, mediante modelli di versamento F23 del Ministero delle Finanze (modello di pagamento, tasse, imposte indirette sanzioni e altri codici), avendo cura di osservare le seguenti indicazioni per la compilazione:
Codice Ufficio: ACS - Cod. causale P.A. – Codice Tributo 741 T:
Inoltre riempire il 1° riquadro dati anagrafici con i dati dell’impresa e riportare gli estremi dell’anno di riferimento, nel riquadro apposito.

 

MODIFICA

 

E’ obbligatorio denunciare al Registro delle imprese ogni modifica che intervenga nella vita dell'impresa.
Si intendono quali modifiche le variazioni dei dati comunicati al momento dell'iscrizione; le aggiunte o le soppressioni di dati relativi ad atti o fatti che intervengono nel corso della durata dell'impresa. La descrizione esemplificativa delle modifiche è contenuta negli stessi moduli previsti per le denunce.

Documentazione da presentare

La denuncia va presentata utilizzando il Modello I2 [] in bollo, tranne che nel caso in cui venga modificato soltanto un elemento REA (ad esempio insegna, numero di telefono, residenza).

La denuncia può essere presentata dal soggetto interessato o da un incaricato presso la sede della Camera di Commercio oppure può essere inoltrata per posta.

Se la presentazione della denuncia è fatta dal soggetto obbligato, questi può sottoscriverla dinanzi al dipendente addetto che procederà alla sua identificazione.

Se la presentazione della denuncia è fatta da un incaricato o è inviata per posta, il modello deve essere sottoscritto dal soggetto obbligato accompagnato da una copia del documento di identità (carta d'identità, passaporto, patente di guida) di quest’ultimo. L'eventuale modello UL allegato dovrà recare la firma autografa di chi firma il modello I2

Allegati eventuali

Se per il tipo di attività siano richiesti autorizzazioni, lettere di incarico o mandati , questi devono essere depositati insieme alla domanda in copia conforme o in originale. Si possono rendere tuttavia dichiarazioni sostitutive di certificazione o atti di notorietà nei casi previsti dalla legge.

Costi

  • Marca da € 10.33
    L'imposta di bollo può essere assolta in maniera virtuale, tramite cioè pagamento dell'importo corrispondente direttamente allo sportello (aut. Agenzia delle Entrate - Cosenza n. 4673/2001).
  • Diritti di segreteria: sono pagabili direttamente allo sportello oppure, per le domande inoltrate per posta, su c/c postale n. 227876 intestato alla Camera di Commercio di Cosenza, avendo cura di indicare la causale del versamento:
    • € 18.00 se la denuncia è presentata con modello cartaceo
    • € 13.00 se la denuncia è presentata con supporto informatico

Termini

Entro 30 giorni dalla data del fatto modificativo.

Sanzioni

Normativa di riferimento:
Codice civile artt. 2194.
Legge n. 630/81
Legge n. 689/81

  • Il deposito fuori termine è soggetto al pagamento di una sanzione notificata all'impresa se si tratta di indicazione relativa a dati RI (denominazione, sede, attività, etc.).
    La sanzione deve essere pagata, entro 60 giorni dalla notifica, mediante modelli di versamento F23 del Ministero delle Finanze (modello di pagamento, tasse, imposte indirette sanzioni e altri codici), avendo cura di osservare le seguenti indicazioni per la compilazione:
    Codice Ufficio: ACS - Cod. causale P.A. – Codice Tributo 741 T:
    Inoltre riempire il 1° riquadro dati anagrafici con i dati dell’impresa e riportare gli estremi dell’anno di riferimento, nel riquadro apposito.
  • La denuncia fuori termine di dati REA comporta un’oblazione:
    • di € 10.00 se la denuncia è presentata oltre i 30 giorni dal verificarsi dell’evento;
    • di € 52.00 se la denuncia è presentata oltre i 60 giorni dal verificarsi dell’evento.

    Tale oblazione può essere pagata direttamente allo sportello della Camera di Commercio o mediante c.c. postale n. 227876 intestato alla Camera di Commercio di Cosenza.

 

CANCELLAZIONE

La denuncia va presentata utilizzando il Modello I2 deve recare il bollo e la firma dell'imprenditore.
La denuncia può essere presentata dal soggetto interessato o da un incaricato presso la sede della Camera di Commercio oppure può essere inoltrata per posta.
Se la presentazione della denuncia è fatta dal soggetto obbligato, questi può sottoscriverla dinanzi al dipendente addetto che procederà alla sua identificazione.
Se la presentazione della denuncia è fatta da un incaricato o è inviata per posta, il modello deve essere sottoscritto dal soggetto obbligato, accompagnato da una copia del documento di identità (carta d'identità, passaporto, patente di guida) di quest’ultimo.

Costi

Marca da bollo da € 10.33
L'imposta di bollo può essere assolta in maniera virtuale, tramite cioè pagamento dell'importo corrispondente direttamente allo sportello (aut. Agenzia delle Entrate - Cosenza n. 4673/2001).
Non è dovuto alcun diritto di segreteria.

Termini

Entro 30 giorni dalla cessazione dell’attività.

Sanzioni

Normativa di riferimento:
Codice civile artt. 2194.
Legge n. 689/91

Il deposito fuori termine è soggetto al pagamento di una sanzione notificata all'impresa.
La sanzione deve essere pagata, entro 60 giorni dalla notifica, mediante modelli di versamento F23 del Ministero delle Finanze (modello di pagamento, tasse, imposte indirette sanzioni e altri codici), avendo cura di osservare le seguenti indicazioni per la compilazione:
Codice Ufficio: ACS - Cod. causale P.A. – Codice Tributo 741 T:
Inoltre riempire il 1° riquadro dati anagrafici con i dati dell’impresa e riportare gli estremi dell’anno di riferimento, nel riquadro apposito.