Home Button

Soggetti tenuti al pagamento del diritto annuale

Aggiornamento al 26.09.2013
Sono tenute al pagamento del diritto annuale (istituito con l'art. 34 del D.L. n. 786/81 convertito con modificazioni nella legge n. 51/82 e s.m.i. recepito dall'art. 18 della legge n. 580/93 e successive modifiche sino al D.Lgs. n. 23/2010, regolamentato dal D.M. n. 359/2001) tutte le imprese che al 1° gennaio di ogni anno risultano iscritte o annotate nel Registro delle imprese e nel Repertorio delle notizie economiche ed amministrative, nonché le imprese iscritte o annotate nel corso dell'anno di riferimento.
Lo stato di liquidazione, inattività o sospensione dell'attività, non costituiscono causa di esonero dal versamento del diritto annuale.
Il diritto annuale è dovuto alla Camera di Commercio nella cui circoscrizione territoriale (territorio provinciale) è ubicata la sede ,le eventuali sedi secondarie e unità locali dell'impresa individuale o della società, soggetti only REA
Le imprese che hanno unità locali o sedi secondarie situate in province diverse da quella di ubicazione della sede dovranno pagare un diritto a ciascuna delle Camere di Commercio competenti per territorio.
Allo stesso modo, le imprese con sede legale all'estero dovranno pagare un diritto per ogni unità locale o sede secondaria alla Camera di appartenenza.
In generale i soggetti iscritti solo al R.E.A., non pagano somme aggiuntive per le loro eventuali unità locali.
Il diritto annuale è dovuto per anno solare, ciò significa che l'impresa (o soggetto R.E.A.) che si è cancellata nel corso dell'anno è comunque tenuta a pagare l'intero importo, senza possibilità di frazionamento dello stesso in relazione ai mesi in cui è stata effettivamente iscritta.