La bollatura dei libri contabili rappresenta una delle competenze ascritte al registro delle imprese sia dalla normativa codicistica che dal DPR n. 581/1995.
Competente alla bollatura è la Camera di Commercio nella cui provincia è ubicata la sede legale del richiedente, anche le associazioni senza scopo di lucro che non sono iscritte al Registro Imprese o al REA o altri soggetti non iscrivibili al Registro Imprese (es.: enti pubblici, U.S.L, fondazioni, liberi professionisti) possono richiedere la vidimazione di registri e libri contabili.
Per le imprese plurilocalizzate, è competente l’ufficio del Registro delle Imprese presso il quale è iscritta la sede principale, e per la bollatura dei libri relativi alle sedi secondarie, anche l’ufficio ove è ubicata la sede secondaria.
Per la bollatura dei formulari per il trasporto dei rifiuti (bollatura gratuita) è competente l’ufficio del Registro delle Imprese nella cui provincia si trova la sede legale
Anche le associazioni senza scopo di lucro che non sono iscritte al Registro Imprese o al REA o altri soggetti non iscrivibili al Registro Imprese (es.: enti pubblici, U.S.L, fondazioni, liberi professionisti) possono richiedere la vidimazione di registri e libri contabili.
Dal 13/02/2008, in base al D.lgs. n. 4 del 16/01/2008 correttivo del d.lgs.152/2006, i Registri di carico e scarico rifiuti sono vidimati dalle Camere di Commercio.

ISTRUZIONI PER LA BOLLATURA DEI LIBRI SOCIALI E CONTABILI

Dati da riportare sui libri da bollare:
Libro giornale e inventari: tipo di libro, anno, numerazione progressiva delle pagine, dati relativi all'impresa. Questi dati vanno riportati su ogni pagina se il libro è a modulo continuo o a fogli mobili; se rilegato i dati vanno riportati sulla copertina.
Altri libri: tipo di libro e dati dell'impresa sulla copertina o sulla prima pagina del libro, numerazione progressiva delle pagine
Se i libri sono su fogli mobili vanno riportati i dati per qualsiasi tipo di libro.
Le pagine non numerate vanno annullate.

MARCHE DA BOLLO, CONCESSIONI GOVERNATIVE E DIRITTI DI SEGRETERIA
Imprese individuali e società di persone:
marche da bollo € 16,00 ogni 100 pagine;
CCGG € 67.00 ogni 500 pagine in marche o con versamento su c/c postale 6007 intestato all'Agenzia delle Entrate - Centro operativo di PESCARA ( Bollatura e numerazione libri contabili);
Diritti di segreteria € 25,00 per ogni libro da versare in c/c postale n. 227876 intestato alla Camera di Commercio di Cosenza via calabria 33 con causale "Bollatura libri", oppure presso gli sportelli camerali.

Società di capitali:
marche da bollo € 16,00 ogni 100 pagine;
CCGG copia del versamento sul modello F24 di € 309,87 (per capitale sociale fino a € 500.456,90), di € 516,46 (per capitale sociale oltre € 500.456,90) oppure se società di nuova costituzione bollettino del versamento,dei suddetti importi, su C/C 6007 intestato all'Agenzia dell'Entrate-Centro Operativo di Pescara;
Diritti di segreteria € 25,00 per ogni libro da versare su c/c postale n. 227876 intestato alla Camera di Commercio di Cosenza Via Calabria 33, con causale "Bollatura libri", oppure presso gli sportelli camerali.

Cooperative edilizie:
nessuna marca da bollo;
CCGG € 16,75 ogni 500 pagine in marche o con versamento su c/c postale 6007 intestato all'Agenzia delle Entrate - Centro operativo di PESCARA ( Bollatura e numerazione libri);
Diritti di segreteria € 25,00 per ogni libro.

O.N.L.U.S. (Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale) e cooperative sociali:
esenti da imposte di bollo e CCGG (per ottenere l’esenzione è necessario indicare il numero di iscrizione nell’albo delle cooperative).
Diritti di segreteria € 25,00 per ogni libro da versare su c/c postale n. 227876 intestato alla Camera di Commercio di Cosenza Via Calabria 33, con causale "Bollatura libri" oppure presso gli sportelli camerali.

Libri IVA e beni ammortizzabili:
Non esiste più obbligo di bollatura

Registri di carico e scarico rifiuti:
Solo diritti di segreteria € 25,00 per ogni libro.

MODALITA' DA SEGUIRE PER LA PRESENTAZIONE DEI LIBRI ALLO SPORTELLO

compilare il modello L2 in ogni sua parte in modo chiaro e leggibile;
applicare le marche da bollo e le ccgg sull'ultima pagina numerata, prima del deposito del libro;
pagare i diritti di segreteria mediante c/c postale o presso gli sportelli camerali         
per la bollatura di libri di società non ancora iscritte nel registro delle Imprese occorre presentare la fotocopia del numero di attribuzione di partita IVA e della dichiarazione del notaio attestante la data di costituzione della società e l’ubicazione della sede legale.

NB. La data di vidimazione è la data in cui l'operatore camerale appone il timbro e la firma sul libro