Il portale è momentaneamente  sottoposto ad aggiornamento ai fini dell'accessibilità. La verifica e l'implementazione è realizzata interamente dal personale interno. Nel caso in cui qualche pagina non dovesse risultare conforme alle linee guida in materia di accessibilità, si prega di inviare eventuali segnalazioni all'ufficio Transizione Digitale all’indirizzo mail transizione.digitale@cs.camcom.it

 

Garanzia negli accessi per i soggetti diversamente abili

Normativa di riferimento:

Legge 05.02.1992 n. 104 - Legge quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone “diversamente abili”: La Repubblica: a) garantisce il pieno rispetto della dignità umana e i diritti di libertà e di autonomia della persona disabile e ne promuove la piena integrazione nella famiglia, nella scuola, nel lavoro e nella società….

Legge “STANCA” 09.01.2004 - “Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici”: Ai fini della presente legge, si intende per “accessibilità”: la capacità dei sistemi informatici, nelle forme e nei limiti consentiti dalle conoscenze tecnologiche, di erogare servizi e fornire informazioni fruibili, senza discriminazioni, anche da parte di coloro che a causa di disabilità necessitano di tecnologie assistive o configurazioni particolari. Per “tecnologie assistive” si intendono gli strumenti e le soluzioni tecniche, hardware e software, che permettono alla persona disabile, superando o riducendo le condizioni di svantaggio, di accedere alle informazioni e ai servizi erogati dai sistemi informatici. Una risorsa accessibile facilita l’accesso alla più grande fascia di individui, indipendentemente da eventuali disabilità.

Riconosce e tutela il diritto di ogni persona ad accedere a tutte le fonti di informazione e ai relativi servizi, ivi compresi quelli che si articolano attraverso gli strumenti informatici e telematici.

E’ tutelato e garantito, in particolare, il diritto di accesso ai servizi di pubblica utilità da parte delle persone disabili, in ottemperanza al principio di uguaglianza ai sensi dell’art. 3 della Costituzione.

L’integrazione e l’inserimento sociale si realizzano mediante interventi diretti ad assicurare l’accesso agli edifici pubblici e privati e ad eliminare o superare le barriere fisiche ed architettoniche che ostacolano i movimenti nei luoghi pubblici o aperti al pubblico e che di fatto, impediscono la tutela di diritti inviolabili sanciti dalla Costituzione e dalla normativa vigente.

 

L’Ente Camerale, nel pieno rispetto della legge vigente, garantisce l’abbattimento sia delle barriere architettoniche che di quelle informatiche.

La sede camerale è dotata di certificato di agibilità (Cert. n. 75/2016).

 

Di seguito sono indicate le informazioni utili per l'accesso alla struttura:

Accedendo al cancello pedonale situato su via Calabria (adiacente il parcheggio dell’Ente), è possibile raggiungere l’ascensore.

Dall’ascensore, selezionando il Piano 0 è possibile giungere al servoscala che conduce agli Sportelli Polifunzionali per la fruizione dei servizi.

 

Nel caso di necessità di accesso al Salone Mancini (viale Alimena) seguire invece le seguenti indicazioni:

Su viale Alimena è presente, altresì, un cancello pedonale con apposita rampa di accesso.

 

Tag: 
Accessibilità